News ed Eventi
 
Accedi
News ed Eventi    luglio 26, 2017  English (United States) Italiano (Italia)
Home Page
Contattaci
Ricerca avanzata
Link
I nostri Feed RSS
Eventi
 
AITEC ad Ecomondo 2016

AITEC parteciperà ad Ecomondo 2016

Link al sito

 

13 luglio 2015 - CSS: aspetti normativi, ambientali ed economici

Il convegno è organizzato dalla Segreteria degli Stati Generali della Green Economy, ma il programma in allegato è stato redatto da AITEC , FEDERAMBIENTE e  FISEASSOAMBIENTE su richiesta della Segreteria Generale. Il consiglio nazionale della Green economy ha l’obiettivo di approfondire il tema CSS  e valutare se inserirlo nel programma degli Stati Generali che si terranno presso ECOMONDO nel mese di novembre.
 
Per iscriversi al seminario è necessario seguire la procedura indicata al seguente link:  REGISTRATI QUI

Download programma del convengo

 

Luogo del convengo:
Aula Marconi del CNR Nazionale
Piazzale Aldo Moro, 7 Roma

Per ulteriori informazioni è possibile contattare i seguenti riferimenti :

Segreteria Organizzativa
Consiglio Nazionale della green economy
Via Garigliano, 61/A 00198 Roma
Tel. 06 8555255/06 90212694 - Fax 06 8414583
esposito@susdef.it
 

 

2 luglio 2015 - Convegno Environmental Management in Bocconi

Environmental Management:
cosa cambia sul piano normativo e nelle strategie delle imprese
Quali novità si profilano per le impronte ambientali, i sistemi di gestione EMAS e ISO 14001 e le
certificazioni di prodotto

2 luglio / 8:30am Università Bocconi Aula Magna via Röntgen 1

Per maggiori informazioni
 

 

14 maggio 2015 - Combustibile Solido Secondario nell’industria

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 14.00 Sala Convegni - Unione Industriali Pordenone
Via Borgo S.Antonio, 17 – Pordenone

E’ possibile iscriversi compilando il modulo di iscrizione on-line sul sito entro il 6 maggio

Scheda di adesione

Sono confermati tutti gli interventi come da programma.

 

21 e 22 maggio 2014 - Convegno MatER

AITEC partecipa al convegno MatER dal titolo "TENDENZE E INNOVAZIONI
NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI".
Politecnico di Milano - sede territoriale di Piacenza - Aula A
via Scalabrini, 76
Piacenza

Download programma

 

20 febbraio 2015 - Recupero rifiuti e produzione Materie Prime Seconde

Corso di formazione organizzato da Ordine degli ingegneri di Padova AIAT e ECOPNEUS. Interviene AITEC.

Download programma

 

8 Gennaio 2015 Convegno a Senise sull’opificio rifiuti del CSS

Combustibile solido secondario. Un'opportunità ambientale, energetica ed occupazionale per il territorio.

8 Gennaio 2015 ore 9
Piazza Municipio (ex sala consiliare)
Senise (PZ)
Per maggiori informazioni

 

10 Dicembre 2014 - Seminario: COMBUSTIBILE SOLIDO SECONDARIO

Seminario tecnico sui CSS: Inquadramento normativo, prassi gestionale e valutazioni tecniche (6 CFP) - Ordine degli ingegneri di Roma

Per maggiori informazioni
Programma

 

19 novembre 2014 - L'indrustria italiana del cemento nella sfida per la green economy

 

5 Novembre 2014 - CSS: il ruolo della normativa e le attività di controllo e vigilanza

A cura di: Comitato Termotecnico Italiano (CTI) con il patrocinio richiesto a ENEA, GSE, MSE, MATTM, RSE, FEDERAMBIENTE, FISE Assoambiente e ISPRA.

Per maggiori informazioni

 

21 Maggio 2014 - Seminario (CSS): nuovo DM del 14/02/2013 e metodi analitici per il laboratorio
14 Aprile 2014 - Corso base CSS Combustibili

Ospitato negli uffici AITEC.

Per maggiori informazioni

 

26-17 Marzo 2014 - AITEC interviene al REM 2014

GRAND HOTEL MATTEI CONFERENCE CENTRE
Viale Enrico Mattei, 25
Ravenna

 Apri collegamento...

24 marzo 2014 - L'uso sostenibile del combustibile solido secondario

L’USO SOSTENIBILE DEL COMBUSTIBILE SOLIDO SECONDARIO: SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE ABRUZZO E ECOCARBON Confindustria di Pescara, via Via Raiale, 110/bis , Sala Orofino Pescara

 Apri collegamento...

14 Febbraio 2014 - Combustibili Solidi Secondari: Convegno CNR

Roma - CNR Piazzale Aldo Moro Sala Marconi

Ulteriori informazioni

 

6 Novembre 2013 - AITEC interviene a ECOMONDO 2013

I CSS: evoluzione della normativa sui CSS
A cura di Comitato Termotecnico Italiano (CTI) con il patrocinio di ENEA, RSE, GSE, MATTM , MSE e Federambiente

6 novembre ore 14:00


Link al programma
 

 

8 Novembre 2013 - AITEC interviene a ECOMONDO 2013

Combustibile Solido Secondario (CSS): dalle parole ai fatti
A cura di Consorzio ECOCARBON e ANIDA

8 novembre ore 14:00

Link al programma

 

20 Novembre 2013 - Which future for the SRF market?
9 Ottobre 2013 - Industria, sviluppo e ambiente

Industria, sviluppo e ambiente
Il caso del settore cementiero


9 Ottobre 2013 ore 16
Roma, Confindustria
Sala G, Viale dell'Astronomia, 30

Scarica il rapporto di sostenibilità AITEC 2012

 

15 Ott 2013 - La produzione del CSS: prime esperienze applicative e criticità

ARPA VENETO invita AITEC a:
"La produzione del CSS: prime esperienze applicative e criticità"


Padova, 15 ottobre 2013
Sala Consiliare Provincia di Padova Palazzo Santo Stefano
Piazza Antenore, 3

Scarica il programma

 

2 Ottobre 2013 - Presentazione del 1° Rapporto di Sostenibilità AITEC

Il Salone della CSR e dell'innovazione sociale
Industria e Ambiente: la Responsabilità Sociale del Settore Cementiero

Presentazione del 1° Rapporto di Sostenibilità AITEC,
Associazione Italiana Tecnico-Economica del Cemento

2 Ottobre 2013, ore 15:00
Milano, Università Bocconi


Abstract: L’industria italiana del cemento, che AITEC rappresenta e di cui è espressione, ha da tempo fatto della sostenibilità un asse portante delle proprie attività, dei propri investimenti e dell’orientamento e sviluppo della ricerca sul prodotto. Questo impegno – che non è venuto meno neppure con la profonda crisi che il settore sta subendo e che ha causato un dimezzamento dei volumi – è testimoniato dal I° Rapporto di Sostenibilità dell’Associazione, che documenta accuratamente le performance del settore sul piano economico, ambientale e sociale. AITEC è tra le prime Associazioni settoriali di Confindustria a dotarsi di tale strumento di rendicontazione.  


Presiede
Matteo Caroli,  Università LUISS e Comitato Scientifico Salone della CSR

Presentazione del Rapporto
Giuseppe Schlitzer, Consigliere Delegato AITEC
Roberto Terrone, Presidente Commissione Industria e Ambiente AITEC

Commenti di:
Alessandro Beda , SODALITAS
Roberto Cariani, AMBIENTE ITALIA

Dibattito

Link al sito

 

7 Ottobre 2013 - Verso un uso più efficiente delle risorse

Confindustria presenta lo studio "Verso un uso più efficiente delle risorse per il sistema Italia - Analisi Criticità Proposte"

L'evento si terrà lunedì 7 ottobre a Roma, presso la sede di Confindustria, nella Sala Andrea Pininfarina, con inizio alle ore 14,00. I lavori saranno aperti dal Presidente del Comitato Tecnico Ambiente, Edoardo Garrone, e le conclusioni saranno affidate al Ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando. La partecipazione al convegno è aperta agli operatori interessati, previa iscrizione alla e-mail ambiente@confindustria.it.

Scarica il programma

Link al sito

 

14 giugno 2013 - Workshop Safe "Waste to Energy"

Rifiuti? Sì grazie ... il meno possibile però!

Con il patrocinio d:
Ministero degli Affari Esteri
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Ministero dello Sviluppo Economico
Provincia di Roma
ENEA
ISPRA
Gestore dei Mercati Energetici
Acquirente Unico
AITEC
AIGET
Assocarboni
Assoelettrica
Assomineraria
Unione Petrolifera

Scarica la documentazione dell'evento

 

10 maggio 2013 - Giornate di studio sui CSS

Organizzato dall'Università di Venezia Cà Foscari in collaborazione con Evoluzione Ambiente e CISET

Scarica il programma
Per iscrizioni e informazioni

 

19 Aprile 2013 - Seminario Aplus End of Waste

End of Waste dei combustibili solidi secondari (CSS):
Analisi operativa del DM 22/2013

Maggiori informazioni

 

Utilizzo di CSS in cementeria tra le Migliori tecniche disponibili secondo l'Europa

Utilizzo di CSS in cementeria tra le Migliori tecniche disponibili secondo l'Europa (GUCE 9 aprile 2013)

Apri documento

 

Clini: "Il combustibile da rifiuti fa scendere le emissioni dei cementifici e contrasta le ecomafie"

"Il Combustibile solido secondario (Css) è individuato come combustibile alternativo nell’ambito delle ‘best available technologies’ (le migliori tecnologie disponibili) europee per la produzione del cemento. In particolare, l’impiego del Css in sostituzione del pet-coke (sottoprodotto della raffinazione del petrolio) abbatte drasticamente le emissioni dai cementifici. Inoltre, la produzione di Css riduce la quantità di rifiuti da conferire in discarica, e di conseguenza può dare un contributo a diminuire l’assedio dei rifiuti nelle regioni meridionali in emergenza ambientale". Lo spiega il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, nel commentare un documento del Movimento 5 Stelle.

"Per queste ragioni - continua Clini - abbiamo predisposto, in applicazione rigorosa delle direttive europee, due provvedimenti per la regolamentazione della produzione e dell’impiego del Css, che sono stati sottoposti all’esame preventivo della Commissione europea".
Il primo provvedimento è il decreto ministeriale del 14 febbraio 2013, che stabilisce norme più restrittive rispetto alle precedenti sulla produzione di combustibile alternativo, imponendo controlli rigorosi, certificazioni di qualità ambientale, tipologie consentite di materie prime ricavate dai rifiuti.

Il secondo provvedimento è un decreto del presidente della Repubblica (Dpr), in fase di finalizzazione, che è già stato esaminato con parere positivo dal Senato e successivamente è stato rinviato dalla Camera al nuovo Parlamento. Il Dpr fissa per gli impianti che utilizzano Css limiti di emissione che al massimo possono essere pari a quelli, severissimi, degli inceneritori.

"La via maestra per la gestione del ciclo integrale dei rifiuti è la raccolta differenziata per il recupero di materia. La produzione di Css è un’opzione aggiuntiva, utile a sottrarre la gestione dei rifiuti ai circuiti dell’inefficienza che sono all’origine dell’emergenza in gran parte delle regioni meridionali e alimentano la malavita e le ecomafie".

 

 

18 Aprile 2013 - C.S.S. Combustibili Solidi Secondari - Corso di formazione

C.S.S. Combustibili Solidi Secondari: Analisi operativa del D.M. 22/2013 M ilano 18 aprile 2013

Organizzato da:TUTTO AMBIENTE Srl in collaborazione con lo Studio del Prof. Stefano Maglia
 

Per maggiori informazioni

 

Il cemento: un inaspettato amico dell'ambiente
28 Gennaio 2013 - Ministro Clini, roadshow sulle iniziative per la Green Economy

Il ministro Clini ha presentato il roadshow sulle iniziative messe in campo per lo sviluppo della green economy: l’utilizzo dei CSS negli impianti industriali e la semplificazione delle autorizzazioni saranno tra gli argomenti trattati negli incontri che si svolgeranno su tutto il territorio nazionale.

Ulteriori informazioni

Scheda CSS

 

21 Dicembre 2012 - Uso sostenibile dei combustibili solidi secondari

L'evento, realizzato con il patrocinio di ENEL e del Comune , prevede, tra altri, gli interventi del dott. Sebastiano Serra - Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell'Ambiente, di BUZZI UNICEM e di AITEC (soci del consorzio ECOCARBON).

 

Sala Pertini – VILLA CASATI
Via Mazzini, 9 COLOGNO MONZESE

Scarica il programma

 

Master Safe XIV edizione

Aperte le iscrizioni alla 14ma edizione del Master SAFE in “Gestione delle Risorse Energetiche”

Per ulteriori informazioni

 

Giornate studio sui CSS

Il 1 ottobre a Milano e l'8 ottobre a Roma si terrà la giornata di studio organizzata dal CTI "I Combustibili Solidi Secondari (CSS): la normativa tecnica nazionale".

Per ulteriori informazioni

 

17-19 Settembre 2012 - Congresso ISWA

Il Congresso Mondiale sui Rifiuti Solidi 2012 definirà l'efficacia del settore della gestione dei rifiuti per gli anni a venire."

Firenze 17 – 19 settembre 2012

Durante i tre giorni dell'evento si incontreranno professionisti, funzionari di governo; scienziati, accademici, e imprese di primo piano del settore. Firenze 2012: un perfetto momento di networking.

Il programma dettagliato è consultabile al link http://www.iswa2012.org/it/congresso-calendario-2012/

E’ necessario registrari on line: http://www.iswa2012.org/it/

 

25-26 Giugno 2012 - Workshop Safe "Waste to Energy"

La nuova vita di un rifiuto: tra recupero e valorizzazione di energia e materia

Ulteriori informazioni

 

18 Giugno 2012 - CO2: Da problema a risorsa - L'esperienza italiana

ENEA – Sede Centrale

Lungotevere Thaon di Revel, 76 - Roma Salone Centrale 18 Giugno 2012

Scarica il programma

Chi fosse interessato a partecipare dovrà iscriversi entro il 10 giugno pv inviando una e-mail all'indirizzo vincenzo.barbarossa@enea.it

 

6 Giugno 2012 ECOPNEUS - Il valore del riciclo oltre ciò che si vede

Il valore del riciclo, oltre ciò che si vede. La green economy ha un nuovo attore. Questo il titolo del convegno che Ecopneus ha organizzato per il prossimo 6 giugno 2012 presso la Casa del Cinema di Roma.

I relatori, coordinati dalla giornalista televisiva Tessa Gelisio, affronteranno le tematiche legate alla gestione dei pneumatici fuori uso in Italia e le strategie da mettere in campo per favorire lo sviluppo di una vera e solida "green economy" anche in Italia, in cui la gomma da PFU può giocare sicuramente un ruolo nevralgico.

Chiuderà l'evento l'intervento del Ministro dell'Ambiente Corrado Clini. Puoi scaricare il programma dell'evento, con l'elenco completo dei relatori.

Per partecipare è richiesta la registrazione, che è possibile completare al link: http://www.ecopneus.it/zone/index.php?ID_pgn=231&alert=msgOk#msgOk

Roma 6 giugno 2012 , Casa Del Cinema

 

5 Marzo 2012 Convegno Reati ambientali & responsabilità d'impresa, sottoprodotti & end of waste

Il Convegno intende analizzare alcuni nodi applicativi delle recenti riforme del Testo Unico Ambientale (TUA), con riferimento sia ai profili generali (sanzioni amministrative sulle persone giuridiche, modello organizzativo “preventivo”, reati ambientali e responsabilità per danno ambientale e per danni connessi di terzi, ex art. 2043 c.c. ss.) sia alle disposizioni ed ai decreti attuativi, relativi ai sottoprodotti ed all'end of waste (ruolo dei d.m. nell’art. 184-bis, c. 2 e nell'art. 184-ter, c. 3 del TUA, terre e rocce da scavo, Combustibile Da Rifiuti-CDR vs. Combustibile Solido Secondario-CSS, Pneumatici Fuori Uso-PFU). Gli obiettivi dell'iniziativa sono quelli di esaminare le attuali criticità della normativa in tema di protezione ambientale e sviluppo sostenibile, individuando le opportunità di un ulteriore impulso riformatore, che riesca a perseguire la semplificazione, la chiarezza e l'efficacia legislativa. L'iniziativa prevede la partecipazione del MATTM, di consulenti e studiosi della materia, delle associazioni imprenditoriali e degli operatori del mercato.

Interverranno tra gli altri:

Franco Giampietro - Associazione Giuristi Ambientali

Luca Ramacci - Corte di Cassazione
Cosimo Pacciolla - Q8 Petroleum Italia Spa
Alessio Scarcella - Corte di Cassazione
Massimiliano Atelli* - Ministero Ambiente
Sergio Cannavò  – Legambiente
David Roettgen - Avvocato & RA
Chiara Scardaci - Avvocato
Daniele Gizzi - AITEC
Giovanni Riva - CTI
Daniele Fornai - EcoPneus

* In attesa di conferma

Programma, informazioni e prenotazioni: www.giampietroingegneria.it; www.giuristiambientali.it

Tel: 06 87133093 – 06 45433494
Fax: 06 87133080 - 06 45433494


CENTRO CONGRESSI NH VILLA CARPEGNA
Via Pio IV, 6 – ROMA

 

09 Novembre 2011 - I combustibili solidi secondari (CSS) e la nuova normativa nazionale

La pubblicazione delle norme CEN, elaborate dalla Commissione Tecnica 343 ‘Solid Recovered Fuels’ (SRF; tradotto come “Combustibili Solidi Secondari” - CSS) a seguito del mandato M/325 della CE (2002) e il loro recente inserimento nella legislazione nazionale ha richiesto necessariamente l’allineamento della normativa tecnica UNI a quella europea.
Il quadro complessivo, comunque, lascia aperta una serie di interrogativi per gli operatori del settore.
Il CTI, ente federato all'UNI, ha seguito i lavori CEN gestendo due dei cinque gruppi di lavoro attivati allo scopo e attualmente è impegnato, insieme ad altre organizzazioni quali ENEA, RSE e GSE, nell’aggiornamento della UNI 9903 al nuovo contesto, che vede abrogato dal D.Lgs 205 del 3 dicembre 2010 – in attuazione della Direttiva 2008/98/CE – il concetto di CDR, recependo così la normativa europea dedicata ai SRF (Solid recovered Fuels, ovvero i CSS).
Il convegno vuole quindi affrontare questo nuovo quadro con il preciso scopo di orientare il mercato del recupero energetico dai rifiuti e i relativi operatori.

Mercoledì 9 novembre 2011
0re 13.30 – 18.00
Ecomondo 2011- Rimini Fiera
Aula Diotallevi 1

Scarica la locandina

 

21 Marzo 2011 - Convegno nazionale RIFUTI, AIA e VIA

Vi segnaliamo il primo appuntamento importante del 2011 per AITEC, sul tema "rifiuti": il Convegno Nazionale, organizzato dallo Studio Legale Giampietro e sponsorizzato dalla ns. Associazione dal titolo: "LE RIFORME DEL CODICE DELL'AMBIENTE - VIA, AIA & RIFIUTI – dal D. Lgs. 128/10 al D. Lgs. 205/10"

Roma, 21 marzo 2011
Centro Congressi Meliã Roma Aurelia Antica
Via degli Aldobrandeschi, 223 - 00163 Roma
dalle 09.00 alle 18.00

All'evento interverranno rappresentanti della Segreteria tecnica del Ministero dell'Ambiente, rappresentanti dell'Istituto Superiore di Sanità, rappresentanti di Viscolube (oli usati), etc. Aitec, unica associazione di categoria presente tra i relatori, interverrà nella sessione pomeridiana dedicata al mondo delle imprese.


Per Informazioni e iscrizioni si prega di contattare Studio Tecnico Ing. Vittorio Giampietro Tel. 06/87133093 - 06/45433494 Fax. 06/87133080 – 06/45433494 E-mail: convegni@giampietroingegneria.itinfo@giampietroingegneria.it

 

4 Novembre 2010 - Ecopneus: Da copertone selvaggio a risorsa preziosa

Una fotografia inedita dei traffici illegali nel settore dei PFU e le risposte gestionali del modello Ecopneus.

Ecomondo - Fiera di Rimini
Sala Neri I - Hall Sud
Giovedì 4 Novembre 2010 ore 14.00

Scarica la locandina dell'evento

 

Master Safe - XII Edizione

Sono aperte le iscrizioni alla 12° edizione del Master SAFE.

Per saperne di più: www.safeonline.it

Scarica il bando

 

2 Luglio 2010 - Recupero di energia e materia dai rifiuti

Aitec parteciperà al Workshop Safe sul tema: Recupero di energia e materia dai rifiuti: dalle parole ai fatti

Camera dei Deputati, Palazzo San Macuto
Sala del Refettorio
Via del Seminario, 76 – Roma
Venerdì 2 Luglio Ore 9.30

Scarica il programma dell'evento

Apriranno i lavori Raffaele Chiulli, Presidente – Safe; Franco Bruno, Vicepresidente -  Commissione Ambiente Senato della Repubblica; Tommaso Foti, Membro - Commissione Ambiente Camera dei Deputati; Luigi Pelaggi, Capo della segreteria tecnica -  MATTM; Camillo Piazza, Segretario Generale - Alleanza Ecologica per l'Italia. Interverranno tra gli altri alla successiva Tavola Rotonda, moderata da Riccardo Ballesio, Direttore – Safe, Paolo Tomasi, Presidente – COOU; Sergio Testa, Responsabile sviluppo strategico - A2A; Marco Cittadini, Managing Director - Pöyry Energy; Francesco Curcio, Direttore Generale – Aitec; Gianluca Bertazzoli, Responsabile Relazioni Esterne – COREPLA; Marco Turri, Direttore AFR – Holcim; Silvia Capotorto, Coordinatrice Generale - Aris – Nimby Forum; Stefano Ciafani, Responsabile scientifico – Legambiente; Ennio Fano, Esperto ambientale già Responsabile Grandi Progetti – Enel, insieme alle più alte cariche istituzionali, rappresentanti del corpo diplomatico e delle associazioni industrial, esponenti del mondo della ricerca scientifica e top manager delle aziende.

A causa del limitato numero di posti disponibili l’invito è strettamente personale e riservato solo ad una selezionata lista di personalità ed esperti del settore energetico-ambientale. Qualora non avesse già dato la Sua adesione La preghiamo di confermare la presenza entro giovedì 1 luglio a:

Stefania Geri, e-mail segreteria@safeonline.it - Tel. 06/53272239 - Fax 06/53279644
Seguirà il programma definitivo dell'evento.

Visto il carattere istituzionale della sede è opportuno un abbigliamento sobrio, in particolare per gli uomini è d’obbligo indossare la giacca.

 

17-20 Maggio 2010 - AITEC ha partecipato al Forum PA

Rifiuti in cementeria. Opportunità per l'ambiente e per l'economia.

Vai alla pagina Forum PA 2010

 

23 Marzo 2010 - Confindustria - 6000 aziende nel caos

RIFIUTI, CONFINDUSTRIA: OLTRE 600MILA AZIENDE NEL CAOS
Nessuna certezza per la proroga della dichiarazione con modello unico


Roma, 23 marzo 2010 - Sono oltre 600mila le aziende che in questi giorni stanno vivendo nella più assoluta e grave incertezza per quanto riguarda le modalità di denuncia della produzione e smaltimento dei rifiuti attraverso il MUD, il modulo unico di dichiarazione.

"Le imprese si stanno chiedendo se, come apparirebbe logico e sensato, debbano compilare il modello come fatto negli ultimi sette anni, o se debbano utilizzare il nuovo modello, per via informatica, appesantito dalla richiesta di numerosi ed inutili dati, non sempre di immediata disponibilità", spiega Aldo Fumagalli Romario, Presidente della Commissione Sviluppo Sostenibile di Confindustria.

"Quest'ultima ipotesi sarebbe ancora più incomprensibile, contraddittoria e inutilmente vessatoria alla luce del recente varo, da parte del Governo, del sistema informatizzato SISTRI, che comporta dall'anno prossimo proprio l'abolizione del MUD stesso".

Dopo l’allarme lanciato da Confindustria già alcuni mesi fa, da parte degli organi di Governo c’era stato un impegno a intervenire, ma né nel Decreto Milleproroghe né in quello sugli incentivi è stata inserita la norma chiesta dalle imprese per potersi presentare alla scadenza del 30 aprile con le carte in regola.

"In un contesto di gravi difficoltà per il mondo produttivo", sottolinea Fumagalli, "questa vicenda non fa altro che aumentare l’incertezza per l’operatività delle imprese, le carica ulteriormente di costi inutili, le penalizza senza alcun vantaggio reale per l’amministrazione pubblica e soprattutto va a danneggiare i soggetti di minori dimensioni. Tutto ciò è incomprensibile".
 

 

4 Marzo 2010 - Seminario Ordine Ingegneri Roma

A link seguente il programma dell’incontro organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Roma dal titolo  "Introduzione al Codice dell’Ambiente – Parti IV e VI" Roma 4 marzo 2010

http://www.ording.roma.it/commissioni/commissioni.aspx?id=3

dove è previsto un intervento AITEC dal titolo “Il recupero dei rifiuti in cementeria: profili tecnici e normativi”
 

 

25 Gennaio 2010 - Convegno Nazionale Recepimento Direttiva Quadro Rifiuti

Convegno Nazionale sul recepimento della Direttiva Quadro Rifiuti

GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA DIRETTIVA 2008/98/CE

Quali modifiche del codice dell'ambiente?

Roma 25 gennaio 2010

Centro Congressi NH “VILLA CARPEGNA” in Via Pio IV, 6 Roma


 

All'evento interverranno rappresentanti della Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea, il capo dell'Ufficio Legislativo del Ministero dell'Ambiente, rappresentanti dell' Istituto Superiore di Sanità, rappresentanti di Viscolube (oli usati) e il responsabile scientifico di Legambiente. Aitec, unica associazione di categoria presente tra i relatori, interverrà nella sessione pomeridiana dedicata al mondo delle imprese.

Per Iscrizioni e ulteriori informazioni :


www.giampietroingegneria.it

Segreteria Organizzativa:
Tel. 06/87133093 - 06/45433494
Fax. 06/87133080 – 06/45433494
E-mail: info@giampietroingegneria.it

Programma
Iscrizione
Istruzioni

 

28-31 Ottobre 2009 - Ecomondo

AITEC  ha portato ad Ecomondo l'esperienza dei propri associati e i risultati ottenuti nel campo della valorizzazione dei rifiuti (CDR, fanghi da depurazione,etc.). La strada percorsa per contribuire alla gestione integrata dei rifiuti è stata raccontata direttamente da tutti i soggetti coinvolti. Naturalmente gli associati Aitec, ma insieme a loro gli operatori della filiera rifiuti: enti di controllo e operatori del settore. Insieme hanno illustrato, attraverso case study concreti, i vantaggi dell'utilizzo dei rifiuti in cementeria in parziale sostituzione sia dei combustibili tradizionali che delle materie prime di origine naturale. Agli incontri tematici) organizzati da AITEC nel proprio stand, hanno partecipato più di 100 persone, rappresentati delle istituzioni nazionali e locali, degli enti di controllo delle aziende del settore della filiera del trattamento rifiuti.

Scarica le slide
Scarica il programma

 

3 Luglio 2009 - Workshop SAFE

Abbiamo il piacere di invitarLa al Workshop Safe sul tema:

"L'energia che non costa: eliminare gli sprechi ed usare i rifiuti. Che fine ha fatto il risparmio energetico?"

Venerdì 03 luglio ore 09.30 - Camera dei deputati, Sala delle Colonne, Roma

All'evento interverranno rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni industriali, esponenti del mondo della ricerca scientifica e top manager delle aziende.

E' necessario confermare per la partecipazione al convegno entro martedì 30 giugno 2009 a:
Stefania Geri, e-mail segreteria@safeonline.it - Tel. 06/53272239 - Fax 06/53279644

Vai al sito del Safe

 

11-14 Maggio 2009 - Forum PA

Un vertice per gli amministratori 13.219 mq per 315 espositori, partecipazione media quotidiana di 8.000 persone, oltre 400 i giornalisti accreditati. Questi i numeri dell'edizione 2008 di Forum PA, il luogo in cui le pubbliche amministrazioni centrali, le pubbliche amministrazioni locali, i soggetti economici, i cittadini si incontrano, si scambiano best practice, avanzano e discutono proposte e soluzioni. Il luogo in cui la PA può mostrare ai portatori di interesse i propri servizi innovativi e i programmi nazionali tesi a risolvere nuove e vecchie carenze di sistema e a raggiungere importanti obiettivi di crescita complessiva del sistema Paese. Tra i temi in discussione, di particolare interesse per AITEC, vi sarà quello sulla promozione delle fonti rinnovabili di energia: dalla costruzione di parchi eolici e fotovoltaici all'utilizzo dei rifiuti per la produzione di energia attraverso i termovalorizzatori, gli impianti per il trattamento delle biomasse, e al recupero di materia ed energia in cementeria. All'interno del Forum, AITEC ha organizzato presso il proprio stand un Master formativo (i partecipanti hanno diritto a crediti formativi utili per la loro carriera) che sarà tenuto da tecnici della nostra associazione e da dirigenti delle pubbliche amministrazioni che hanno sperimentato con successo percorsi autorizzativi e di controllo per l'inserimento delle cementerie nel ciclo di gestione dei rifiuti. Il Master sarà destinato ai funzionari delle pubbliche amministrazioni locali che, pur avendo nel proprio territorio cementerie in grado di fornire un contributo concreto, fino ad oggi non le hanno considerate nei piani regionali e provinciali di gestione integrata dei rifiuti. Con l'organizzazione di un Master, AITEC si propone di promuovere l'utilizzo di rifiuti in sostituzione delle materie prime naturali e dei combustibili fossili non rinnovabili nel pieno rispetto degli standard qualitativi del prodotto e della salvaguardia dell'ambiente, favorendo una campagna informativa a livello istituzionale che agevoli un chiarimento normativo-procedurale. Si cercherà pertanto di comunicare il contributo dell'industria cementiera, focalizzando l'attenzione su quali tipologie di rifiuti possono essere valorizzati, sui quantitativi utilizzati in passato e le potenzialità future di utilizzo in considerazione dell'elevato livello tecnologico raggiunto dai forni da cemento italiani, con il duplice scopo di salvaguardare le risorse naturali e contribuire allo sviluppo economico del territorio in cui si opera. I workshop si svolgeranno all'interno dello spazio espositivo AITEC organizzato come un percorso che faccia comprendere al visitatore il ciclo di produzione del cemento dal punto di vista della sicurezza, dei sistemi di controllo, della tracciabilità delle materie prime e delle fonti energetiche.

Qui puoi trovare le foto dell'evento

Nella pagina Download, all'interno della cartella Slide Master Diffuso Forum Pa, puoi scaricare il materiale didattico del Master Diffuso di AITEC al Forum PA

Vai al sito del Forum PA

 

2-3 Aprile 2009 - Assorigom

Pneumatici fuori uso e cementerie: un'ipotesi da sviluppare. Ogni anno in Italia vengono prodotte circa 500.000 tonnellate di pneumatici fuori uso da smaltire: circa il 50% viene attualmente smaltito in discarica, mentre il restante 50% viene avviato a recupero di materia (150.000 tonnellate) ed energia (100.000 tonnellate). Secondo quanto previsto dalla normativa, in via di approvazione, viene stabilito l'obbligo per i produttori e gli importatori di pneumatici di provvedere alla gestione di quantitativi di pneumatici fuori uso (PFU) pari a quelli immessi sul mercato e destinati alla vendita sul territorio nazionale. Si tratta di una vera e propria rivoluzione per le aziende produttrici che si stanno organizzando per far fronte a questa esigenza. È nata anche un'associazione , l'Assorigom (Associazione Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Riutilizzo della Gomma) con l'obiettivo di individuare le tecnologie e le nuove frontiere della ricerca per la valorizzazione di un materiale che, giunto al fine del suo ciclo di vita, deve essere recuperato e riciclato per risparmiare risorse preziose. "Siamo davanti a un materiale che, se ben lavorato, può fornire utile materia prima" – sottolinea Roberto Quaranta, presidente di Assorigom. Il primo passo della neonata associazione è stato quello di organizzare una full immersion a Ischia chiamando a partecipare  gli esperti di riciclaggio dei diversi settori tra i quali l'AITEC il cui intervento, curato da Daniele Gizzi, è stato tra i più seguiti ed apprezzati. Delle circa 100.000 tonnellate avviate nel 2007 a recupero di energia, le aziende associate AITEC ne hanno coincenerite circa 54.000, rappresentando pertanto un'alternativa concreta nel recupero di tali residui, e che potrebbe senza dubbio, esprimere potenzialità di recupero maggiori. In effetti la strada del coincenerimento nell'industria del cemento per i PFU in Italia è ben al di sotto della media europea: le potenzialità di recupero di PFU dell'industria del cemento (oggi 54.000 t/anno), da un punto di vista tecnologico sono pari ad almeno quelle della Germania (290.000 t/anno) che produce circa 1/3 in meno del cemento prodotto in Italia.

Scarica le slide dell'intervento AITEC
Vai al sito di Assorigom

 

Syndicate  
 
 
News
 
19-20/05/2010 - Articoli su Forum PA 2010

19 maggio 2010

Intervista ing. Curcio - Adnkronos
http://www.adnkronos.com/IGN/Lavoro/Video/Aitec-posti-lavoro-da-riutilizzo-rifiuti-in-cementeria_415566847.html

Adnkronos/Labitalia
FORUM PA: AITEC, POSTI DI LAVORO DA RIUTILIZZO RIFIUTI IN CEMENTERIA. 
Roma, 19 mag. (Adnkronos/Labitalia) - Posti di lavoro aggiuntivi grazie al riutilizzo dei rifiuti in cementeria. E' il messaggio lanciato al Forum Pa dall'Associazione italiana del cemento (Aitec) aderente a Confindustria. "Siamo venuti qui -ha detto a LABITALIA Francesco Curcio, direttore generale Aitec- a raccontare quella che e' una tecnologia adottata dall'industria del cemento in tutto il mondo, che e' appunto quella di utilizzare materie e combustibili derivanti dai rifiuti in sostituzione di materie prime non rinnovabili e dei combustibili, come il carbone, che dobbiamo utilizzare per il nostro processo". "Un sistema -ha ricordato- che porta posti di lavoro perche' i rifiuti vanno preparati convenientemente prima di essere portati in cementeria. Fabbriche di trattamento dei rifiuti potrebbero nascere attorno a quelle gia' esistenti". "E' una tecnologia -ha spiegato- che vogliamo portare anche in Italia perche' e' un percorso che definisce la sostenibilita' delle nostre produzioni e applicazioni. Per fare questo, pero', bisogna avere il consenso delle amministrazioni locali e dell'opinione pubblica che vive attorno alle nostre fabbriche". (segue) (Lab/Opr/Adnkronos) 19-MAG-10 17:04 NNNN

Adnkronos/Labitalia
FORUM PA: AITEC, POSTI DI LAVORO DA RIUTILIZZO RIFIUTI IN CEMENTERIA. (2) "Quindi -ha sottolineato Curcio- occorre molto dialogo, molta partecipazione al dibattito pubblico. Dobbiamo spiegare e far vedere che e' un'energia pulita, che porta vantaggi economici alla collettivita', che aiuta a chiudere virtuosamente e correttamente il ciclo dei rifiuti sul territorio, che non genera ulteriori rifiuti, che elimina molto spesso il problema delle discariche, di camini aggiuntivi, per esempio quelli degli inceneritori. Tutte cose, queste, che la collettivita' non puo' vedere che positivamente". Aitec e', dunque, convinta che il comparto del cemento disponga di soluzioni vantaggiose per la collettivita', specie nel campo della gestione integrata del ciclo dei rifiuti. Nel 2008, ben 280mila tonnellate di combustibile da rifiuti hanno sostituito 220mila tonnellate di combustibili fossili generando una riduzione di anidride carbonica nel settore del cemento di 320mila tonnellate. Sostituendo il 6% di energia non rinnovabile con energia rinnovabile si e' prodotta una diminuzione del 3% emissioni. (Lab/Opr/Adnkronos) 19-MAG-10 17:15 NNNN 
 
Web
http://www.adnkronos.com/IGN/Lavoro/Sindacato/Forum-Pa-Aitec-posti-di-lavoro-da-riutilizzo-rifiuti-in-cementeria_416076517.html

ASCA
RIFIUTI: BERNOCCHI (ANCI), PER GESTIONE SERVE PIANO NAZIONALE.
Roma, 19 mag (Asca) - ''E' ormai necessario un Piano nazionale per la gestione dei rifiuti, l'introduzione di un sistema di raccolta differenziata che non punti sul volume, ma sulla qualita', e la diffusione di nuove ideologie che riconoscano ai rifiuti un valore di risorsa''. Cosi' Filippo Bernocchi, assessore al Comune di Prato e delegato Anci per le politiche dell'energia e dei rifiuti nel suo intervento al Forum PA ad un convegno organizzato dall'Aitec, l'Associazione Italiana Tecnico Economica Cemento, sul recupero di rifiuti in cementeria come combustibile alternativo. Obiettivo dell'incontro quello di trovare un percorso condiviso per semplificare le procedure e riformare la normativa. Bernocchi riconosce i vantaggi per la collettivita' e l'ambiente che possono derivare dall'inserimento delle cementerie in un ciclo virtuoso dei rifiuti, un sistema che condivide ''dal punto di vista sia tecnico che strategico''. E il delegato Anci espone lo scenario in termini piu' ampi. ''In Italia - ribadisce - e' necessario razionalizzare il quadro dei rifiuti, un quadro che risente ancora di una visione ideologica ormai legata al passato che vede centrali le raccolte differenziate dei rifiuti, senza ragionare sul loro effettivo riciclo e recupero, anche energetico, in linea con la Direttiva Quadro 98/2008 che ci accingiamo a recepire'' e denuncia in Italia ''il mancato impiego dei rifiuti per il recupero energetico''. Ma secondo l'assessore di Prato proprio dal ministero dell'Ambiente puo' venire ''un messaggio forte per arrivare ad un superamento di vecchie ideologie e alla diffusione di soluzioni positive per la collettivita' volte all'effettivo recupero dei rifiuti''. Tuttavia e' necessario ''ripartire da un concetto piu' pragmatico e meno ideologico'' e serve ''una strategia comune: se i livelli istituzionali, Governo, Regioni e Comuni parlano tutti lo stesso linguaggio - ribadisce Bernocchi - allora quel salto culturale si puo' ipotizzare''. gc/mcc/alf 191736 MAG 10 NNNN

Web
http://www.asca.it/regioni-RIFIUTI__BERNOCCHI_(ANCI)__PER_GESTIONE_SERVE_PIANO_NAZIONALE-495817-piemonte-13.html

IL VELINO
FORUM-PA, BERNOCCHI (ANCI): PER GESTIONE RIFIUTI UN PIANO NAZIONALE.
Roma, 19 MAG (Il Velino) - "Necessario un Piano nazionale per la gestione dei rifiuti, l'introduzione di un sistema di  raccolta differenziata che non punti sul volume, ma sulla qualita', e la diffusione di nuove ideologie che riconoscano ai rifiuti un valore di risorsa". Cosi' Filippo Bernocchi, assessore al Comune di Prato e delegato Anci per le politiche  dell'energia e dei rifiuti nel suo intervento al Forum PA ad un convegno organizzato dall'AITEC, l'Associazione Italiana Tecnico Economica Cemento, sul recupero di rifiuti in cementeria come combustibile alternativo. Obiettivo dell'incontro quello di trovare un percorso condiviso per semplificare le procedure e riformare la normativa. Bernocchi riconosce i vantaggi per la collettivita' e l'ambiente che possono derivare dall'inserimento delle cementerie in un ciclo virtuoso dei rifiuti, un sistema che condivide "dal punto di vista sia tecnico che strategico".  E il delegato Anci espone lo scenario in termini piu' ampi. "In Italia - ribadisce - e' necessario razionalizzare il quadro dei rifiuti, un quadro che risente ancora di una visione ideologica ormai legata al passato che vede centrali le raccolte differenziate dei rifiuti, senza ragionare sul loro effettivo riciclo e recupero, anche energetico, in linea con la Direttiva Quadro 98/2008 che ci accingiamo a recepire" e denuncia in Italia "il mancato impiego dei rifiuti per il recupero energetico". (segue) (com/baz) 191912 MAG 10 NNNN
 
IL VELINO
FORUM-PA, BERNOCCHI (ANCI): PER GESTIONE RIFIUTI UN PIANO NAZIONALE (2) Roma, 19 MAG (Il Velino) - Ma secondo l'assessore di Prato proprio dal ministero dell'Ambiente puo' venire "un messaggio forte per arrivare ad un superamento di vecchie ideologie e alla diffusione di soluzioni positive per la collettivita' volte all'effettivo recupero dei rifiuti". Tuttavia e' necessario "ripartire da un concetto piu' pragmatico e meno ideologico" e serve "una strategia comune: se i livelli istituzionali, Governo, Regioni e Comuni parlano tutti lo stesso linguaggio - ribadisce Bernocchi - allora quel salto culturale si puo' ipotizzare".  Al temine dell'incontro un annuncio: l'ipotesi di un tavolo tecnico cui prenderanno parte, oltre all'Anci, l'AITEC e il ministero dell'Ambiente, per valutare opportunita' e soluzioni per superare gli ostacoli che ancora impediscono l'avvio di un sistema complessivo per l'impiego in maniera diffusa del combustibile derivato dai rifiuti dei cementifici. (com/baz) 191912 MAG 10 NNNN 
 
20 maggio 2010

Adnkronos/Labitalia
FORUM PA: AITEC, BENE RECEPIMENTO DIRETTIVA QUADRO SUI RIFIUTI.
Roma, 20 mag. - (Adnkronos/Labitalia) - La direttiva quadro rifiuti (2008/998/CE), in fase di recepimento in Italia, introduce nuove definizioni di sottoprodotto e cessazione della qualifica di rifiuto, che potrebbero essere applicate a molte delle tipologie di residui utilizzate oggi nelle cementerie italiane, in sostituzione delle materie prime naturali e dei combustibili fossili. Ne ha discusso, durante il Forum Pa, Aitec (Associazione italiana tecnico economica cemento), insieme ad esperti giuristi ambientali e rappresentanti delle istituzioni, per analizzare l'impatto di tali modifiche legislative, in termini di opportunita' e rischi, con particolare riguardo all'utilizzo di materiali e combustibili alternativi nelle cementerie italiane. "Guardiamo con favore -ha spiegato a LABITALIA Francesco Curcio, direttore generale di Aitec- al recepimento della direttiva comunitaria, poiche' permettera' ad alcuni materiali di nostro interesse, che rispondano ai requisiti previsti dalla direttiva, di essere utilizzati piu' facilmente e con minori vincoli autorizzativi, e favorira' la gestione della chiusura del ciclo di determinati processi industriali. Aitec intende collaborare con le istituzioni, facendo proposte e seguendo l'iter legislativo di recepimento della direttiva". (segue) (Lab/Ct/Adnkronos) 20-MAG-10 16:19 NNNN 


Adnkronos/Labitalia
FORUM PA: AITEC, BENE RECEPIMENTO DIRETTIVA QUADRO SUI RIFIUTI (2) (Adnkronos/Labitalia) - In alcuni Paesi europei, ad esempio la Germania, alcune sostanze provenienti da diversi settori industriali, e classificate come rifiuti in Italia (ceneri volanti, gessi chimici e scaglie di laminazione), sono gia' oggi valorizzate come sottoprodotti e quindi non soggette al regime normativo dei rifiuti. Il concetto di 'materia prima secondaria' e' stato introdotto nella normativa italiana dal comma 2 dall'articolo 181 bis del decreto legislativo 152/06 che prevedeva l'emanazione, entro il 31 dicembre 2008, di un decreto del ministro dell'Ambiente per la disciplina dei materiali e prodotti ottenuti mediante attivita' recupero dei rifiuti. Ma tale decreto non e', ad oggi, ancora pubblicato. "Lo sviluppo in Italia di una rete infrastrutturale di impianti di pretrattamento e l'utilizzo di materiali alternativi prodotti secondo standard tecnici di qualita' ben definiti non piu' classificati come rifiuti -ha sottolineato Francesco Curcio, direttore generale di Aitec- possono rendere possibile anche in Italia lo sviluppo di una green economy mediante la creazione di un mercato per tali materiali; la generazione di nuove professionalita' e quindi nuovi posti di lavoro; l'aumento delle attivita' di recupero, e quindi il minor ricorso alle discariche e la maggiore tracciabilita' dei residui". "La modifica della normativa sui rifiuti -ha concluso- si riflettera' inevitabilmente sull'interno Testo unico ambientale, attualmente in fase di revisione. Tutto dipendera' da come le nozioni 'giuridiche' di sottoprodotto e 'end of waste' verranno declinate a livello nazionale nel decreto legislativo di recepimento". (Lab/Ct/Adnkronos) 20-MAG-10 16:22 NNNN 

Web
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Forum-Pa-Aitec-bene-recepimento-direttiva-quadro-sui-rifiuti_420884338.html
 

Aitec a Forum Pa: “Un tavolo istituzionale per chiudere il ciclo dei rifiuti”

Canale Energia.
Sono online le interviste al Forum PA
I protagonisti della manifestazione ai microfoni di Gruppo Italia Energia
Roma, 19 maggio - Sono online sul Canale Energia di Youtube i video realizzati da Gruppo Italia Energia al Forum PA. In attesa della messa in onda delle puntate del talk show “L’Energia incontra la PA”, abbiamo intervistato alcuni tra i protagonisti della manifestazione di quest’anno: Enrico Di Giuseppe Antonio, presidente della Provincia di Chieti, Giuseppe Castiglione, presidente della Provincia di Catania e dell’Upi, Pietro Romanò, assessore all'ambiente della Provincia di Bergamo, Franco Capponi, Presidente della Provincia di Macerata, Francesco Curcio, direttore generale di Aitec, Giovanni Bartucci, presidente Ailce.
Il Canale Energia verrà aggiornato in tempo reale nel corso dell’evento.

Le interviste

 
21/07/2009 Firmato Protocollo d'Intesa tra AITEC e Regione Campania

Studiare insieme il recupero energetico dei rifiuti mediante l'utilizzo nelle cementerie di combustibile derivato da rifiuti in sostituzione dei combustibili fossili. E' questo l'obiettivo del protocollo d'intesa siglato oggi dall'assessore all'Ambiente della Campania, Walter Ganapini, e da Francesco Curcio, direttore generale dell'AITEC. Ad esso si assocerà una contestuale concertazione di misure finalizzate alla tutela ed alla salvaguardia dell'ambiente e della salute nel territorio campano. "Si tratta di un piccolo passo verso l'Europa - spiega Ganapini - dell'avvio di una filiera che le procedure europee considerano indispensabili già dal 2003 per quanto riguarda la frazione organica". In sostanza, il protocollo permetterà l'istituzione di un tavolo tecnico che studierà nei dettagli l'impiego nei forni delle cementerie (in Campania ce ne sono tre: una nel salernitano e due nel casertano) del combustibile da rifiuti prodotti dagli ex impianti di Cdr campani il che comporterebbe una ottimizzazione del ciclo di smaltimento dei rifiuti ed aprirebbe il mercato ad un prodotto facilmente ottenibile (sotto il profilo tecnologico) cosentendone un utilizzo a livello industriale. "E' una delle indicazioni impartite dalla Commissione Europea - aggiunge Ganapini - che segue la logica di Kyoto". "Attualmente le imprese cementiere italiane impiegano il 5-6% combustibile da rifiuti - spiega l'ingegner Curcio - contro una media europea di circa il 20% e punte del 50% della Germania. Con questo impiego di combustibile da rifiuti vincono le aziende perche' il costo e' vantaggioso, vince l'ambiente ed anche la collettività perche' si minimizzano i costi sociali" Rispetto alla qualità del combustibile, Curcio sottolinea che le imprese cementiere lavorano sempre "con stringenti protocolli di accettazione" ed effettuano "sempre verifiche all'arrivo del combustibile. Noi - conclude - siamo la chiave della tracciabilità dei rifiuti".

Il tavolo tecnico che si istituirà fra assessorato all'Ambiente della Campania e rappresentanti di Aitec sarà propedeutico ad una serie di accordi bilaterali con le aziende.

Clicca qui per vedere il video

Leggi gli articoli in Rassegna Stampa (Clicca sulla cartella Rassegna Stampa della pagina Download)

Scarica il Protocollo d'Intesa

 
Premio Sfide 2009 - Provincia di Cuneo

Scarica gli ultimi articoli in rassegna stampa riguardanti il premio Sfide 2009 vinto dalla Provincia di Cuneo.

La Repubblica
Cuneo Cronaca
Forum PA

 
Industria & Ambiente - Occasione di sviluppo per produrre energia dai rifiuti
C6 TV intervista Ing. Gizzi
FORUM PA: Premiati i vincitori di Sfide 2009

Vogliono vincere una sfida importante - quella di promuovere la sostenibilità energetica, migliorare l'ambiente e al tempo stesso offrire occasioni di sviluppo del territorio - i 16 progetti di enti locali vincitori di Sfide 2009, che oggi sono stati premiati a conclusione del convegno “Il G8 Ambiente di Siracusa: risultati e prospettive in un nuovo quadro di riferimento globale”.

Pagina vincitori premio Sfide del Forum PA

 
Caterpillar intervista Francesco Curcio
Syndicate  
 
 
 
News
 
 
 
Tag
 
 
I cookies presenti in questo sito sono esclusivamente tecnici e non vengono utilizzati per finalità commerciali o di marketing.
I cookies presenti in questo sito sono esclusivamente tecnici e non vengono utilizzati per finalità commerciali o di marketing.
 Copyright 2009 by A.I.T.E.C.   Condizioni d'uso  Privacy